VALORIZZAZIONE DELLA
LINEA DI COSTA

Dovrà continuare l’ampio e dettagliato programma di valorizzazione dell’intero litorale messo in atto in questi anni, che definisce politiche e azioni di intervento mirate all’interezza del suo sviluppo, riferite a quattro diversi ambiti costieri, individuati per molteplici caratteristiche e potenzialità.

In particolare, le quattro componenti paesaggisticamente omogenee fanno riferimento a: 1) Via Napoli, 2) Lungomare Pertini, 3) Arco Felice e Lucrino, 4) Licola Mare.

Si è proiettati alla redazione del nuovo PAD, Piano delle Aree Demaniali, di revisione del PUSD risalente al 2002, da effettuare in coerenza al redigendo PUAD di competenza della Regione Campania.

In questa direzione si dovrà procedere alla emanazione di nuovi bandi pubblici per l’assegnazione di concessioni demaniali, ai sensi della disciplina comunitaria in materia di servizi pubblici; in tali bandi si prevederà un tendenziale incremento delle spiagge a libera fruizione orientato al raggiungimento del  50% della superficie disponibile, a seconda delle diverse tipologie di costa, accollando ai limitrofi assegnatari di concessioni demaniali gli oneri di guardiania, pulizia e salvataggio in quanto da provvedere obbligatoriamente a loro carico, fermo restando che la sola pulizia dovrà essere effettuata per l’intera annualità; inoltre le superfici demaniali da concedersi dovranno essere perequate in termini di estensione, perseguendo dimensioni tendenzialmente ottimali in termini di efficienza gestionale ed equilibrio economico-finanziario, mirando ad essere distributivamente più frequenti le spiagge a libera fruizione, sebbene attrezzate, e ad aumentare il numero delle imprese operanti a favore delle necessarie ricadute occupazionali.

Fondamentale sarà la possibilità di accedere al litorale in maniera libera sia sul piano latitudinale che sul piano longitudinale, andando, laddove serve, a costruire infrastrutture di supporto al passaggio.